Campus all’italiana. Alta formazione, ricerca, imprese e finanza nella cittadella politecnica di Torino

Campus all'italiana. Alta formazione, ricerca, imprese e finanza nella cittadella politecnica di Torino libro di Ferrando Marco


Marco Ferrando




SCARICARE (leggere online) LIBRO Campus all'italiana. Alta formazione, ricerca, imprese e finanza nella cittadella politecnica di Torino PDF:

  • Campus all'italiana. Alta formazione, ricerca, imprese e finanza nella cittadella politecnica di Torino.pdf

  • Campus all'italiana. Alta formazione, ricerca, imprese e finanza nella cittadella politecnica di Torino: E la storia che – dal 1988 al 2009 – ha portato prima all’approvazione e poi
    alla realizzazione dell’ampliamento della sede principale del Politecnico di
    Torino. Un progetto nato come semplice “raddoppio” e col tempo diventato un
    vero e proprio campus. Un modello che si richiama a precedenti illustri, su
    tutte Stanford e la Silicon Valley, ma che – per le dimensioni e per il
    contesto in cui si è sviluppato Рpresenta caratteristiche assolutamente
    originali. Un campus, dunque, ma “all’italiana”, ovvero in versione riveduta e
    corretta sulla base degli spazi, delle risorse, delle istanze che offre
    Torino, una one company town di stampo fordista unica nel suo genere ma alle
    prese con i limiti e le potenzialità tipiche della realtà italiana. Il libro
    affronta con stile divulgativo e giornalistico – e con interviste ad hoc a
    testimoni privilegiati intervistati per l’occasione: da Sergio Chiamparino a
    John Elkann, da Gianfranco Carbonato ai diversi rettori che si sono succeduti
    negli anni – tutti i temi legati alla creazione di questo campus: la fase
    progettuale, gli attori, i sostenitori, le risorse, i lavori e i processi che
    si sono sviluppati in parallelo. Tutti elementi che concorrono a rendere la
    cittadella politecnica torinese un modello, un caso-scuola per l’Italia nella
    sua trasformazione da faber factory a knowledge factory.

    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento