Colori e altri colori

Colori e altri colori libro di Dall'Aglio Fabrizio


Fabrizio Dall’Aglio




SCARICARE (leggere online) LIBRO Colori e altri colori PDF:

  • Colori e altri colori.pdf

  • Colori e altri colori: “… ‘Colori e altri colori’ ci si offre come un dono, a suo modo,
    sorprendente. Nulla di ciò che l’autore ha visto, vissuto, intuito e scritto
    negli anni è rinnegato: specialmente la sezione finale delle Dediche dispiega
    ancora un’acuta, graffiante consapevolezza dell’irrealtà generale,
    dell’assenza di fondamenti in un mondo in cui il tempo è morto e lo spazio
    ‘pare zoppo’, della miseria in cui la poesia annaspa. Eppure il libro ci
    trasporta, nel suo insieme, oltre questa amarezza. Abbandonandosi subito al
    bisogno di risalire alle proprie origini, di ritrovare la sua casa antica
    fasciata di verde muschio, le impronte nei campi, le voci conosciute, e in
    esse i segni di un’età ancora intatta, di una verità piccola e immensa, il
    poeta apre la propria voce a vibrazioni delicatissime, a una freschezza
    inedita di riverberi, scintille, cromie… ‘Colori’ è soprattutto il frutto di
    un tale abbandono, di un desiderio di sciogliere finalmente le aporie del
    pensiero in un gesto di pura resa, in un inchino alle cose, in un franare
    della coscienza nel polverio del tempo, nella luce cangiante e immortale
    dell’essere.” (Dallo scritto di Paolo Lagazzi)

    “… ‘ Color and other colors it offers as a gift in its own way, surprising. Nothing of what the author saw, lived, intuition and written over the years has disowned the final section: particularly of the Dedications, an acute yet unfolded scratchy awareness of unreality, general lack of fundamentals in a world where time is dead and the space it seems lame ‘, misery in which poetry reeling. Yet the book transports us, as a whole, beyond this bitterness. Indulging for the need to go back to its origins, to regain his old house in moss green, wrapped the imprints in the fields, items, and it’s signs of age still intact, a truth small and immense, the poet opened his own voice to delicate vibration, a freshness of reverbs, sparks, colors … ‘ Color ‘ is primarily the result of such an abandonment, a desire to finally dissolve the aporias of thought in a gesture of pure performance, in a bow to things, a landslide of consciousness in time, polverio in changing light and immortal being. ” (From Paul’s La fleur)

    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento