Criminali, martiri, refrattari. Usi pubblici del passato dei comunardi

Criminali, martiri, refrattari. Usi pubblici del passato dei comunardi libro di Zanette Enrico


Enrico Zanette




SCARICARE (leggere online) LIBRO Criminali, martiri, refrattari. Usi pubblici del passato dei comunardi PDF:

  • Criminali, martiri, refrattari. Usi pubblici del passato dei comunardi.pdf

  • Criminali, martiri, refrattari. Usi pubblici del passato dei comunardi: Subito dopo il sanguinoso epilogo della Comune di Parigi, giornalisti,
    scrittori e sedicenti storici diedero il loro contributo alla repressione,
    usando la loro penna per scrivere biografie denigratorie dei comunardi
    sconfitti I fautori della Comune, al contrario, ripresero lo stesso genere
    letterario per creare medaglioni eroici, ritratti ideali disposti in una
    galleria edificante, che doveva tener alto l’ideale e lo spirito
    rivoluzionario E quel che accadde per esempio in Italia, sulle pagine di due
    giornali del primo socialismo: “Il Gazzettino Rosa” e “La Plebe” Solo più
    tardi, tra la fine degli anni 1870 e i primi anni 1880, coloro che avevano
    preso parte all’esperienza della Comune, in particolare Jules Vallès e Louise
    Michel, si inserirono in questo insieme eterogeneo di narrazioni, prendendo la
    parola per raccontare le rispettive autobiografie Search for Henry Zachary examines these various writings, which for a short time they had an extraordinary spread, in their specific quality of tools of political communication Through biographies and autobiographies, the past of Communards became the material to underpin and promote delegittimanti and strategies adopted person, convictions and apologies, to convey political beliefs, suggest lifestyles and revolutionary models, promote aesthetic and symbols relating to a variety of political cultures

    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento