Federigo Tozzi

Federigo Tozzi libro di Ulivi Ferruccio


Ferruccio Ulivi




SCARICARE (leggere online) LIBRO Federigo Tozzi PDF:

  • Federigo Tozzi.pdf

  • Federigo Tozzi ha "capelli lunghi e anellati", biondi; una "fronte ampia e spaziosa", con due rughe; "occhi colore d’acciaio", vivaci; ed ha "un aspetto non florido, quasi sempre pallido", una "bocca da violento", la "camminatura da epilettico". La sua parlata è "franca ma nervosa", sovente stentata; agita le mani in un profluvio di mimica e fissa "in viso quasi ogni persona" che gli capita a tiro. S’aggiungano "un paio di baffetti biondi", spuntati precocemente sui dodici anni, l’aria "ordinariamente maliconica", un cappello e un cappotto neri "portati quasi ogni giorno" e si avrà ritratto, invero parziale e volutamente bohémien, d’uno dei più grandi scrittori italiani. Abitò a lungo in "una brutta stanza assai volgare", al limite del "ribrezzo", in cui dominava una grossa scrivania in legname su cui s’accatastavano, in un disordine da fine del mondo, "opuscoli, giornali, carta da scrivere, un fazzoletto poco pulito, una ciarpa stracciata" mentre in terra, accanto o sotto il gran tavolo, si potevano scorgere "cicche di sigarette, carta bruciata ad altro". Di lato uno specchio "che non specchia", sul comò una cornice con, dentro, "una cartolina illustrata ch’è una caricatura (orrenda)". Ancora d’intorno "altri giornali sparsi, una spazzola, una dozzina di colletti, un bicchiere sbriccato, un paio di forbici, un portasigarette, una bottiglia d’acqua" e, naturalmente, "libri, libri, libri di ogni genere". Da questo confuso ciarpame, da quest’ordine crollato in disordine, fuoriesce la vce stramba, straniera, d’un poco ammorbata, di questo grande scrittore (ed eccelso novelliere) di cui Ferruccio Ulivi fa biografia. Lo si usi, il tomo, come introduzione compita alle opere dell’autore senese: una volta conosciuto, si comprenderà quant’è importante, quant’è simbolicamente necessario, il disordine appena descritto. Dimenticavamo: "nel cassettino unto d’un mobile vi sono due Bollette del Monte Pio: una è di un orologio, l’altra di un anello"…

    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento