I segreti di Bologna. La verità sull’atto terroristico più grave della storia italiana

I segreti di Bologna. La verità sull'atto terroristico più grave della storia italiana libro di Cutonilli Valerio - Priore Rosario


Valerio Cutonilli




SCARICARE (leggere online) LIBRO I segreti di Bologna. La verità sull'atto terroristico più grave della storia italiana PDF:

  • I segreti di Bologna. La verità sull'atto terroristico più grave della storia italiana.pdf

  • I segreti di Bologna. La verità sull'atto terroristico più grave della storia italiana: E arrivato il momento, dopo trentasei anni, di spiegare fatti rimasti finora
    in sospeso Gli italiani hanno assistito inermi ad attentati di ogni genere:
    omicidi di militanti politici, poliziotti, magistrati E stragi crudeli,
    terribili, come quella alla stazione dì Bologna del 2 agosto 1980 che causò 85
    morti e 200 feriti e che, nonostante la condanna definitiva dei tre autori,
    continua a essere avvolta nel mistero Dopo interminabili indagini giudiziarie
    e rinnovate ipotesi storiografiche, gli autori di questo libro, esaminando i
    materiali delle commissioni Moro, P2, Stragi, Mitrokhin, gli atti dei processi
    e degli archivi dell’Est, e documenti “riservatissimi” mai resi pubblici,
    hanno tracciato una linea interpretativa sinora inedita, restituendo quel
    tragico evento a una più ampia cornice storica e geopolitica, senza la quale è
    impossibile arrivare alla verità Their investigation calls into question the “dual personality” of Italian politics, the contradictions generated by parallel diplomacy desired by our Governments in the early 1970s and, in particular, the upheaval in international equilibria provoked by the murder of Aldo Moro, true guarantor of a pact with the popular front for the liberation of Palestine aimed at preventing terrorist acts in our country Without this journey back in time it is impossible to understand the terrorist Italian season culminated in the explosion of August 2, 1980

    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento