Il ragazzo di stamperia di cinquant’anni fa

Il ragazzo di stamperia di cinquant'anni fa libro di Landi Salvatore


Salvatore Landi




SCARICARE (leggere online) LIBRO Il ragazzo di stamperia di cinquant'anni fa PDF:

  • Il ragazzo di stamperia di cinquant'anni fa.pdf

  • Il ragazzo di stamperia di cinquant'anni fa: Un doveroso omaggio a un grande tipografo-editore fiorentino ingiustamente
    dimenticato. Salvadore Landi (1831-1911), e il suo apprendistato tipografico
    di ragazzo di bottega, rivivono attraverso le poetiche pagine autobiografiche
    pubblicate in due versioni nel 1894 e nel 1917, entrambe qui ristampate in
    anastatica. A seguire un altro scritto poco noto del Landi, un rarissimo
    “brindisi tipografico”, che i tipografi milanesi pubblicarono nel 1872 in
    omaggio al prototipografo Giovanni Fabri, in occasione della visita a Saluzzo,
    patria di Giambattista Bodoni e infine un ricordo di Landi scritto da Angelo
    Marinelli, lo stampatore che da Città di Castello (con Scipione Lapi) si
    spinse prima a Campobasso (con i tipografi-editori Colitti) e infine ad Acqui,
    dove aprì una propria stamperia. Scritti poco noti, dimenticati, piccoli
    tasselli di una grande e prestigiosa tradizione tipografica italiana,
    recuperati “archeologicamente” e offerti a beneficio di coloro che ancora
    credono nella forza e nell’importanza del libro tipografico.

    A fitting tribute to a great printer-Publisher fiorentino unjustly forgotten. Salvadore Landi (1831-1911), and his apprenticeship typographic boy, come alive through the poetic autobiographic pages published in two versions in 1894 and in 1917, both here reprinted in facsimile edition. To follow another little-known written Landi, a very rare “typeface”, which compositors milanesi published in 1872 as a tribute to prototipografo Giovanni Faber, on the occasion of the visit to Saluzzo, birthplace of Giambattista Bodoni and finally a reminder of Landi written by Jan Marinelli, printer from Citt?? di Castello (with Scipio Lapi) went first to Campobasso (with printers-publishers Chalmers) and finally in Acqui , where he opened his own printing press. Little-known writings, forgotten, small pieces of a large and prestigious Italian typographic tradition, recovered “archaeologically” and offered for the benefit of those who still believe in the power and importance of book typography.

    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento