In difesa di Darwin. Piccolo bestiario dell’antievoluzionismo all’italiana

In difesa di Darwin. Piccolo bestiario dell'antievoluzionismo all'italiana libro di Pievani Telmo


Telmo Pievani




SCARICARE (leggere online) LIBRO In difesa di Darwin. Piccolo bestiario dell'antievoluzionismo all'italiana PDF:

  • In difesa di Darwin. Piccolo bestiario dell'antievoluzionismo all'italiana.pdf

  • In difesa di Darwin. Piccolo bestiario dell'antievoluzionismo all'italiana: Uno spettro chiamato creazionismo si aggira per l’Europa. Aumenta anche in
    Italia il numero di coloro che, per i motivi più diversi e stravaganti, sono
    convinti di avere un conto in sospeso con Charles Darwin. Questo libro
    racconta – tra il saggio e la satira – recenti sussulti del movimento
    antievoluzionista italiano. E una storia, divertente e inquietante al
    contempo, di zelanti consiglieri ministeriali che sfidano premi Nobel, di
    cardinali temerari che lanciano il sasso per vedere l’effetto che fa, di
    teologi che si arrampicano sui vetri per conciliare l’inconciliabile, di
    arrembanti e improbabili campagne giornalistiche contro l’odiato
    evoluzionista, di darwinisti spazientiti che vogliono farla finita con le
    religioni, di fantomatiche teorie dell’evoluzione alternative. Nell’affresco
    non potevano certo mancare i nostrani sostenitori del “Disegno Intelligente”.
    Darwin non ha bisogno di essere difeso, ma vale la pena conoscere le ragioni
    addotte dai suoi detrattori perché sono rappresentative della sempre più
    diffusa cultura antiscientifica italiana.

    A spectre is haunting Europe called creationism. Italy also increases the number of those who, for different reasons and whimsical, are convinced they have a score to settle with Charles Darwin. This book tells–between the essay and the satire-recent Italian anti-evolutionist movement gasps. And a story, funny and creepy at the same time, of zealous ministerial advisers who defy Nobel laureates, Cardinals daredevils who throw the stone to see the effect it does, theologians who climb on glass to reconcile the irreconcilable, to journalistic campaigns against the hated between southerners and improbable evolutionist, of darwinists impatient wanting to do away with the religions of phantom alternative theories of evolution. In the fresco couldn’t certainly miss the domestic supporters of “intelligent design”.
    Darwin does not need to be defended, but it is worth knowing the reasons put forward by his detractors because they are representative of the increasingly widespread culture-scientific italiana.

    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento