La nebbia del potere. La politica divisa tra il silenzio del Palazzo e l’urlo della Piazza

La nebbia del potere. La politica divisa tra il silenzio del Palazzo e l'urlo della Piazza libro di Follini Marco


Marco Follini




SCARICARE (leggere online) LIBRO La nebbia del potere. La politica divisa tra il silenzio del Palazzo e l'urlo della Piazza PDF:

  • La nebbia del potere. La politica divisa tra il silenzio del Palazzo e l'urlo della Piazza.pdf

  • La nebbia del potere. La politica divisa tra il silenzio del Palazzo e l'urlo della Piazza: La classe dirigente italiana sembra essersi smarrita nei meandri del labirinto
    politico Soprattutto, si è smarrita quella lunga tradizione di fiducia,
    consenso e speranza nell’azione pubblica senza cui è a rischio la stessa vita
    democratica Così il Palazzo è oggi sfidato da una Piazza in tumulto e in nome
    della rete avanzano gli alfieri di un’idea (falsamente) assembleare di
    democrazia Marco Follini, che quel labirinto lo ha frequentato a lungo, con
    un misto di passione e disincanto riflette in questo libro sulle cause
    dell’attuale disfatta E giunge a una diagnosi: “la crisi della politica
    italiana è essenzialmente una crisi di potere” Per capire cosa ci ha condotti
    a questa impasse, Follini si addentra nel labirinto, ripercorre le vicende del
    potere nella prima e nella seconda Repubblica, in un bilancio amaro ma ricco
    di spunti preziosi If the power was made of smoke and fog and just a bit of dust in the air to remember the Fireworks that dazzled us in twenty years, “maybe all is not lost To regain this twenty year period you should “change music” and find a soundtrack to accompany in more harmonious way the search for new balances: Mendelssohn’s violins–suggests the author-, as opposed to the helicopters in Apocalypse Now “I still believe”, writes Featherstone-a country of great civilization must go back to hear the sound of violins and not get too carried away by the noise of helicopters “

    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento