L’età d’oro del viaggio in treno

L'età d'oro del viaggio in treno libro di Poivre D'Arvor Patrick


Poivre D’Arvor Patrick




SCARICARE (leggere online) LIBRO L'età d'oro del viaggio in treno PDF:

  • L'età d'oro del viaggio in treno.pdf

  • L'età d'oro del viaggio in treno: Poivre d’Arvor è di quei viaggiatori che praticano il treno come si pratica
    una filosofia. Per disporre del tempo necessario, per vedere sfilare il mondo
    fuori dei finestrini… Per il lusso dei bei palazzi su ruote, per la poesia
    degli addii sui marciapiedi delle stazioni… L’epopea delle ferrovie d’antan
    ci viene narrata attraverso la storia delle undici linee più stravaganti,
    ancora attive oggi. Dal Toy Train di Darjeeling, che si inerpica sul tetto del
    mondo, ai vertiginosi treni delle Ande, senza dimenticare il Train bleu
    profumato di mimose, si passa da un paesaggio all’altro, da una cultura
    all’altra. Il tutto scoprendo le più folli avventure ferroviarie: dalla
    costruzione della linea Mombasa-Nairobi (1903) funestata dai leoni mangiatori
    di uomini, a quella del Far West (1869), costretta ad aprirsi un varco nelle
    Montagne Rocciose a colpi di dinamite.

    Poivre d’arvor is to those travelers who practice the train as you practice a philosophy. To allow the necessary time to see pull the world out of the Windows … For the luxury of beautiful palaces on wheels, for the poetry of goodbyes on the sidewalks of stations … The epic of the railways of yesteryear there is told through the story of the eleven lines and more extravagant, still active today. From Darjeeling Toy Train, clambering on the roof of the world, the vertiginous Andes trains, without forgetting the Train bleu fragrant Mimosa, switching from a landscape to another, from one culture to another. All this by discovering the craziest Adventures: from the construction of the railway line Mombasa-Nairobi (1903) marred by man eating lions, to that of the Far West (1869), forced to open up a gap in the Rocky Mountains with dynamite.

    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento