Rompicapo in quattro giornate

Rompicapo in quattro giornate libro di Asimov Isaac


Isaac Asimov




SCARICARE (leggere online) LIBRO Rompicapo in quattro giornate PDF:

  • Rompicapo in quattro giornate.pdf

  • Darius Just partecipa ad una convention di scrittori e racconta in prima persona quattro giornate, durante le quali accade un omicidio. La prima cosa di cui è informato il lettore è che il protagonista si sente responsabile, per essere arrivato in ritardo, per non aver partecipato ad un’intervista e per non aver mantenuto una promessa. Tende a ripeterlo spesso. Di cosa si sente responsabile, vi chiederete….ma dell’omicidio, ovviamente!!
    Just decide che tutto è accaduto in quanto, cominciando dal suo ritardo, c’è stato un effetto domino che ha condotto alla morte del collega, Giles, e per questo si mette ad indagare cercando di ricostruire la serie di eventi che sono sfociati nell’omicidio. Il primo problema da affrontare è convincere tutti che è un omicidio, difatti la sicurezza dell’albergo e la polizia sono certi che si tratti di un incidente. Ma Darius è convinto che le cose non siano andate come qualcuno gli vuol far credere e cerca di dipanare una serie di eventi, raccontati da diverse persone, che faticano ad incastrarsi.
    In particolare cerca di capire cosa avrebbe dovuto ritirare per il suo odiato collega, convinto che tutto abbia avuto origine da li. Ad aiutarlo una spalla d’eccezione: Asimov stesso, il quale si fa fare una figura ben misera di accaparratore di trame altrui e di marpione.
    Quando ho deciso di comprare il libro mi sono lasciata convincere da altre recensioni e inizio a pensare che siano state scritte da chi non ha mai letto molti gialli. Descrivono il libro come dotato di ironia pungente…evidentemente non hanno mai letto Rex Stout, parlano di colpi di scena…ma ne ho visti di più nella Signora in Giallo, e sicuramente Ellery Queen e Poirot avrebbero da ridire sulla logica che sta alla base del tutto. O meglio, sull’assenza di logica.
    Solitamente mi lascio avvolgere dal giallo e, se chi lo scrive è bravo, mi ritrovo dentro il romanzo ad indagare anch’io, decisa a capire chi è il colpevole il prima possibile. In questo libro la mia unica speranza era che finisse il prima possibile.
    Non amo Asimov, o meglio, non mi fa impazzire il suo stile per quanto gli riconosca la dote per eccellenza nel campo degli autori: la fantasia. Nel suo caso infinita.
    L’uomo è versatile, ma credo che il giallo, almeno dal mio punto di vista, non sia nelle sue corde. La storia è piuttosto piatta, difetta di colpi di scena e di ironia.

    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento