SPQR. Storia dell’antica Roma

SPQR. Storia dell'antica Roma libro di Beard Mary


Mary Beard




SCARICARE (leggere online) LIBRO SPQR. Storia dell'antica Roma PDF:

  • SPQR. Storia dell'antica Roma.pdf

  • SPQR. Storia dell'antica Roma: Nel 212 d.C., con un decreto dell’imperatore Caracalla, veniva concessa la
    cittadinanza romana a tutti gli abitanti liberi dell’impero. Una decisione
    rivoluzionaria, che tuttavia portava a termine un processo avviato quasi mille
    anni prima da Romolo, il leggendario fondatore di Roma, il quale, con un gesto
    inconsueto per le civiltà antiche, aveva invitato gli stranieri, i diseredati,
    i profughi e gli esiliati a unirsi a lui, trasformandoli di fatto in cittadini
    romani. Fu questa disponibilità ad accogliere nuovi arrivati a fare di un
    piccolo e insignificante villaggio sorto sulle rive del Tevere una potenza in
    grado di dominare un territorio che si estendeva dalla Spagna alla Siria,
    dalla Germania al Sahara? A partire da questo interrogativo, Mary Beard in
    “SPQR” ci offre una nuova visione della storia di Roma, una storia
    caratterizzata da incredibili miti fondativi e grandi istituzioni politiche e
    sociali, da straordinarie conquiste militari e stupefacenti opere
    architettoniche, nonché, naturalmente, dalle gesta delle personalità più
    celebri del mondo romano. Ma anche una storia che le innumerevoli
    testimonianze, non solo letterarie, ci consentono di conoscere fin nei minimi
    dettagli, rendendoci partecipi della vita quotidiana – quasi sempre difficile
    – della gente comune, degli intrighi e delle lotte per il potere, delle atroci
    violenze che accompagnavano le imprese belliche, come pure dell’estrema
    vitalità e grandezza di un mondo globalizzato e in perpetuo movimento.

    In 212 ad, by a decree of the Emperor Caracalla, was granted Roman citizenship to all free inhabitants of the Empire. A revolutionary decision, which however carried out a process launched nearly a thousand years before by Romulus, the legendary founder of Rome, who, with an unusual gesture for the ancient civilizations, had invited foreigners, the dispossessed, the refugees and exiles to join him, turning them into de facto Roman citizens. It was this willingness to welcome newcomers to make a small and insignificant village built on the banks of the Tiber a power able to dominate an area that stretched from Spain to Syria, from Germany to the Sahara? Starting from this question, Mary Beard in “SPQR” offers us a new vision of Rome’s history, a history marked by incredible founding myths and large political and social institutions, by extraordinary military conquests and stunning architectural works and, of course, by the deeds of the most famous personalities of the Roman world. But also a story that the countless literary testimonies not only allow us to know in detail, making us partakers of daily life–almost always difficult-of ordinary people, intrigues and struggles for power, of atrocious violence which accompanied the warlike enterprises, as well as the extreme vitality and greatness of a globalized world and in perpetual motion.

    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento