Trattati antichi sul destino

Trattati antichi sul destino libro di Cicerone M. Tullio - Pseudo Plutarco - Alessandro di Afrodisia


Cicerone M. Tullio




SCARICARE (leggere online) LIBRO Trattati antichi sul destino PDF:

  • Trattati antichi sul destino.pdf

  • Trattati antichi sul destino: Dai trattati sul destino di Cicerone, dello pseudo-Plutarco e di Alessandro
    di Afrodisia – gli unici che l’antichità ci ha trasmesso – emergono dei temi
    divenuti classici. Il conflitto fra un’ontologia “chiusa” (dove l’essere è un
    tutto già da sempre compiuto) e un’ontologia “aperta” (con molteplici e
    indipendenti fattori del divenire) all’interno del pensiero ellenistico verte
    sul ruolo da attribuire al principio di causalità, ed è questa la sua
    specificità rispetto al modo in cui l’idea del “destino” si presentava non
    solo in Omero o nei Tragici ma anche nei pensatori più antichi come Pitagora,
    Eraclito o Parmenide, dove la nozione di causa è del tutto assente. In gioco
    è il rapporto fra destino universale e libertà particolare, fra l’esteriore e
    l’interiore, fra Dio e l’uomo o fra la natura e lo spirito, e in particolare
    la legittimità di ritagliare all’interno di un mondo condizionato da rapporti
    causali necessari uno spazio vuoto tale da poter essere gestito da soggetti
    autonomi. Ma se l’uomo è libero nella misura in cui svolge liberamente la
    parte assegnatagli dal destino, come dobbiamo spiegare i comportamenti
    negativi?Una dialettica necessità/libertà rimasta sostanzialmente inalterata
    nella cultura occidentale, prolungandosi con altri linguaggi e altri autori
    nel pensiero cristiano e nella filosofia moderna.



    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento