Uomini d’arme

Uomini d'arme libro di Pratchett Terry


Terry Pratchett




SCARICARE (leggere online) LIBRO Uomini d'arme PDF:

  • Uomini d'arme.pdf

  • In questo secondo volume del ciclo della Guardia Cittadina (Notturna) proseguono le avventure dei personaggi di "A Me le Guardie!": il capitano Vimes, il sergente Colon ed i caporali Carota e Nobby. Ma la Guardia si è aperta alle minoranze etniche, arruolando il nano Cuddy, il troll Detritus e la donna Angua.

    Questa volta non è un drago a seminare il panico nella città di Ankh-Morpork, ma un omicidio non autorizzato, ovvero avvenuto senza che un appartenente della Gilda degli Assassini abbia percepito denaro e lasciato la ricevuta presso il luogo del delitto. A peggiorare la faccenda è il metodo con cui è stato ucciso, ovvero con un’arma definita "Terminatore" (in inglese, "gonne"), che ha privato il malcapitato di buona parte del petto.

    In tale contesto, l’unico a poter convincere i membri della Guardia Notturna a prendere in carico il caso, piuttosto che procedere secondo l’ideale di non creare problemi a nessuno, è Carota, sempre più istruito riguardo alla legislatura (ignorata da chiunque) e sempre più conosciuto e benvoluto dai cittadini di Ankh-Morpork. Nonostante la sua incapacità di scrivere correttamente un qualsiasi testo senza introdurre virgole a caso e creare periodi sconclusionati, ha la capacità di intrattenere conversazioni con esseri di ogni razza (umani, nani, troll…patrizi), conoscendo i rispettivi usi e costumi e reperire le informazioni che più gli fanno comodo per proseguire nelle indagini.

    Come se non bastasse, la presenza di troll e nani in città sta creando grossi problemi per l’antico odio reciproco tra le due razze, che si riscontra anche inizialmente nella collaborazione forzata tra Cuddy e Detritus all’interno della Guardia. Infatti, a ingenerare un sentimento così bellicoso è stato un avvenimento storico unico nel suo genere: un’imboscata reciproca!

    Ma, tornando agli avvenimenti principali, Carota si trova a dover affrontare i capi delle Gilde degli Assassini e dei Buffoni e il Patrizio Vetinari, desiderosi di mettere tutto a tacere il prima possibile senza creare ulteriore scompiglio. Tuttavia, grazie alla sua rettitudine e fermezza, senza mai scadere nella menzogna o nella violenza, riesce ad ottenere ciò che vuole, dimostrando di essere maturato rispetto alle vicende del libro precedente. Inoltre, si inizia a prospettare un rapporto interessante con Angua.

    Così come per il racconto precedente, non posso che consigliarvi di leggere anche questo perché ne è una degna prosecuzione che non si limita a ripetere le stesse trovate, ma porta ad un’evoluzione della storia e, soprattutto, dei personaggi, che sono analizzati sempre di più dal punto di vista psicologico e dell’interazione con gli altri. Anche in questo volume, Pratchett mostra sapientemente come utilizzare ironia e sarcasmo per attaccare i vizi umani, inserendo il tutto in un quadro tanto assurdo per non essere reale.

    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento